Calendula: proprietà fitoterapiche e preparazione dell’olio

La calendula è una pianta annuale dalle proprietà benefiche e fitoterapiche. I fiori giallo-arancio sbocciano generosi da inizio primavera a fine autunno. La fioritura avviene ogni mese e si protrae abbondante per gran parte dell’anno rendendola amica delle api e degli insetti impollinatori. Il suo nome deriverebbe proprio da questa caratteristica: “calendae” è “il primo giorno del mese” nel calendario romano e si riferirebbe alla fioritura mensile di questa meravigliosa pianta.

Calendula nell’orto: il suo potere benefico

Questa pianta officinale è un’ottima compagna del mondo vegetale soprattutto per gli ortaggi da frutto come cetriolo, zucca e zucchina, legumi, peperone, melanzana e pomodoro.

  • Rafforza le colture circostanti, aiuta la loro crescita ed attira diversi insetti utili come impollinatori e sirfidi, le cui larve predano gli afidi
  • Svolge un’azione repellente per alcuni parassiti e insetti dannosi
  • Le sue radici producono inoltre una sostanza chimica naturale dal potere insetticida, talmente forte che persiste nel terreno anche anni dopo la morte della pianta.

Proprietà fitoterapiche e utilizzi della Calendula

Pianta officinale dalle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, è indicata per problemi di coliti, gastriti e ulcere. Applicata esternamente ha proprietà antisettiche, cicatrizzanti e rinfrescanti, emollienti e lenitive diventando rimedio naturale per scottature, ferite e irritazioni della pelle. Assunta come tintura madre ha un’azione antispasmodica su dolori mestruali e addominali. I petali sono commestibili e ottimi per colorare insalate, mentre i boccioli sono usati per la preparazione di sottaceti.

calendula proprietà fitoterapiche

Olio di calendula: come prepararlo

Per fare in casa l’oleolito di calendula occorrono:

  • 100 grammi di fiori di calendula essiccati
  • 500 ml di olio vegetale: un olio adatto a questa preparazione è quello di mandorle dolci, quello di argan oppure l’olio d’oliva.

Procedura di realizzazione:

  • Prendere un barattolo di vetro e inserire i fiori di calendula secchi
  • Versare sopra i fiori 500 ml di olio vegetale, mescolare con un cucchiaio per immergerli completamente nell’olio e chiudete il barattolo
  • Se si esegue il procedimento in estate esporre il barattolo al sole per 30 giorni. In inverno invece mettete il barattolo in un luogo caldo ma non direttamente sulla fonte di calore
  • Ogni giorno agitare il barattolo per permettere ai fiori di calendula di rilasciare le loro proprietà e per evitare la formazione di muffe
  • Trascorso il periodo indicato, filtrare l’olio utilizzando una garza o un vecchio lenzuolo avendo cura di strizzare bene il tessuto per far fuoriuscire il residuo dell’unguento trattenuto dai fiori. Se non si è soddisfatti del filtraggio, procedere una seconda volta, usando un tessuto naturale a trama più fitta
  • Versare l’olio in una bottiglia di vetro scuro provvista di tappo. L’oleolito si conserva per 8-10 mesi in un luogo fresco e buio.

Questa procedura si può realizzare anche con fiori freschi, ma un procedimento non perfettamente corretto può portare all’irrancidimento e alla formazione di muffe.

coltivare calendula in vaso

Come usare l’olio di calendula

L’oleolito di calendula è un prodotto a uso esterno applicabile su corpo, viso e capelli.

  • Applicato quotidianamente sulla pelle del viso come trattamento serale, è un ottimo antirughe naturale
  • È utilizzato per favorire la cicatrizzazione della pelle o in caso di ragadi e smagliature
  • È ottimo per lenire rossori dovuti a eritema solare e per aiutare la cura di dermatite
  • Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie è un valido alleato per contrastare dolore e gonfiore provocati dalle punture d’insetto 
  • Su pelle secca, calli e duroni, sui gomiti o aree cutanee disidratate previene e risolve problemi di secchezza eccessiva
  • Dopo la rasatura, aiuta a prevenire le irritazioni e a mantenere la pelle idratata diventando un dopobarba naturale. È utile anche dopo la depilazione del corpo
  • Come sulla pelle, l’olio di calendula ha un’ottima azione lenitiva e idratante anche su capelli e cuoio capelluto
  • Grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, l’olio di calendula aiuta a schiarire le cicatrici dovute all’acne e a lenire aree infiammate.

Non è soggetto a controindicazioni, ma consigliamo di fare attenzione a eventuali ipersensibilità a uno degli ingredienti. Come per tutti i prodotti, la prima volta è consigliato testarlo su una piccola area del corpo.

Coltivare calendula in balcone, giardino o terrazzo

La calendula è una pianta resistente di semplice coltivazione. Sopravvive a temperature dai -15° a +37°, si adatta a molti terreni a condizione che siano ben drenati senza ristagno d’acqua. Per le potature, consigliamo di eliminare i capolini sfioriti per migliorare e prolungare le lunghe fioriture. Per ottenere il massimo dei benefici, è importante che i fiori vengano raccolti nel loro periodo balsamico: in giornate soleggiate tra aprile e luglio durante l’ora di punta, tra le 11:30 e le 15:00.

 

L’orto in balcone è la tua passione? Trasforma il terrazzo in un’oasi di benessere con piante aromatiche e officinali, frutta e verdura di stagione. Coltiva o regala la Natura che cura con i profumi e i sapori della salute. Apri la tua finestra sul verde: semina i tuoi spazi, coltiva felicità.

Questi consigli e suggerimenti fanno parte del progetto di OrtinMente, nato per esportare piccoli semi di felicità attraverso la cultura della coltura, dove prendersi cura del proprio orto diventa rigenerazione di sé. Scopri le nostre OrtinBox: semina i tuoi spazi, coltiva felicità!

OrtinMente è in vacanza.
Potrai effettuare i tuoi acquisti da Mercoledì 31 Agosto.
Ti auguriamo Buona Estate. Ci vediamo presto!